Assistenza domiciliare integrata ADI

Assistenza domiciliare Integrata

L’Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) è la formula assistenziale che attraverso l’intervento di diversi professionisti (medici, operatori socio sanitari (OSS), fisioterapisti, farmacisti, psicologi, ecc.) realizza a domicilio del paziente un progetto assistenziale unitario, limitato o continuativo nel tempo.

 

Cos’è L’assistenza domiciliare integrata (ADI)

L’ ADI è un insieme di servizi e interventi socio sanitari erogati al paziente all’interno della sua abitazione.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce l’assistenza domiciliare come “la possibilità di fornire presso il domicilio del paziente quei servizi e quegli strumenti che contribuiscono al mantenimento del massimo livello di benessere, salute e funzione.

L’ADI ha l’obiettivo di evitare, per quanto possibile, il ricovero del paziente in ospedale o la sua collocazione in una struttura residenziale oltre il tempo strettamente necessario. Questo permette il miglioramento della qualità della vita del paziente e l’umanizzazione del trattamento, in un contesto familiare certamente più idoneo, in particolare per il paziente anziano.

A chi è dedicata l’assistenza domiciliare integrata?

L’ADI è dedicata ad anziani, malati e persone che hanno perso l’autosufficienza.

L’assistenza domiciliare è dedicata a coloro che hanno necessità di essere assistiti con trattamenti medici, supporto infermieristico, terapie riabilitative in base al bisogno rilevato e alle tempistiche stabilite dal PAI – Piano di Assistenza Personalizzato, formulato dalla ASL.

Nell’assistenza domiciliare la presa in carico è la fase in cui si conosce direttamente il paziente e l’ambiente fisico e socio-familiare in cui vive; si mettono le basi per costruire un rapporto di fiducia tra infermiere e paziente, fra l’equipe delle cure domiciliari, il paziente e la sua famiglia.

La presa in carico del paziente è globale e appunto nella sua globalità si include la sfera fisica, psicologica, sociale, familiare e ambientale.

ADI nella Regione Lazio

Nella Regione Lazio il servizio A.D.I. è rivolto a tutti i cittadini in situazioni di fragilità, senza limitazioni di età o di reddito.

Il paziente potrà scegliere la società accreditata da cui farsi assistere al proprio domicilio e la richiesta di questo servizio non ha nessun costo perché le spese vengono compensate dal SSN – Servizio Sanitario Nazionale direttamente all’ente scelto. Un sostegno che si basa sulle necessità effettive del paziente, che si può modulare in base all’esigenza, da pochi giorni alla settimana fino a formule 7 giorni su 7.

Può attivare il servizio A.D.I. chi ha una condizione permanente o temporanea di non autosufficienza; chi necessita di trattamenti post ospedalieri; chi è affetto da ha patologie croniche.

Quali servizi offre l’assistenza domiciliare integrata

Le cure domiciliari integrate sono costituite da prestazioni professionali di vario tipo, in un insieme integrato di trattamenti multidisciplinari.

Attraverso l’attivazione di ADI è possibile usufruire di diversi servizi, dall’assistenza sanitaria di base fino a servizi più complessi. Possono essere eseguiti prelievi, emogasanalisi, assistenza infermieristica di vario tipo (medicazioni, flebo, gestione catetere, ecc.), prestazioni riabilitative (fisioterapia e logopedia), educazione sanitaria/addestramento di caregiver (familiare, badante, volontario), visite specialistiche.

Come attivare l’ADI

L’assistenza domiciliare integrata può essere attivata dal Medico generale, dal Pediatra o dal medico ospedaliero

Attivare il servizio A.D.I. è semplice: il Medico di Medicina Generale, il Pediatra o il Medico ospedaliero compila la Scheda di Segnalazione, specificando la necessità di assistenza al domicilio e la invia al CAD – Centro Assistenziale Domiciliare della propria ASL di competenza.

Il CAD prende in carico la richiesta, valuta il quadro clinico del paziente e individua un Piano di Assistenza (PAI) e lo invia all’ente accreditato scelto.

Scelta dell’ente accreditato

La Regione Lazio permette al paziente di scegliere la società accreditata da cui farsi assistere

Dal 1° gennaio 2020 la Regione Lazio ha riorganizzato il servizio A.D.I. e permette al paziente di scegliere la società accreditata da cui farsi assistere al proprio domicilio.

L’ente accreditato scelto riceve dalla ASL le indicazioni sul Piano di Assistenza (PAI) ed effettua gli interventi previsti in maniera gratuita, coordinandosi con la famiglia per tutti gli aspetti sanitari e logistici.

In 24/48 ore dopo il contatto da parte della ASL il servizio viene attivato secondo tempi e modalità stabilite dal piano assistenziale.

Noi di AEVA siano un ente accreditato e offriamo tramite l’A.D.I. tutto ciò che è necessario per prenderci cura di te o dei tuoi cari con trattamenti medici, infermieristici e riabilitativi, combinati ai servizi socio-assistenziali e a visite mediche specialistiche dove richieste.